News

Nel 2016 si è svolta la dodicesima edizione del Trasimeno Music Festival. Quelli di voi che ci hanno già visitato hanno avuto la possibilità di godere della magia del Lago Trasimeno. Situato nel cuore dell'Umbria, a soli venti minuti dal centro storico di Perugia, è uno dei luoghi naturali più belli d'Italia, quarto lago più grande del paese. La sede principale per i concerti del festival è il Castello dei Cavalieri di Malta a Magione, con il suo splendido cortile del XV secolo. Il festival unisce, per una settimana in perfetta armonia, musicisti e amanti della musica provenienti da tutto il mondo. Per me, il momento clou è quello in cui mi esibisco con artisti da me scelti e che provano le mie stesse emozioni, mentre facciamo musica insieme in un luogo così intimo e stimolante. Il pubblico ha l’opportunità di assistere ogni sera ad un concerto diverso e al tempo stesso la possibilità di acquisire familiarità con le bellezze dell'Umbria. A questo proposito, abbiamo anche il piacere di offrire un pacchetto turistico completo a tutti coloro che non fossero interessati solo alla musica, ma anche a visite guidate in luoghi come Assisi, Perugia, Todi e Gubbio, nonché alle cene di gala che precedono molti dei concerti.

La tredicesima edizione del festival si terrà dal 28 giugno al 4 Luglio 2017. Troverete tutti i dettagli sulla pagina Programma del presente sito.

Al fine di mantenere lo standard che abbiamo raggiunto con i festival precedenti, abbiamo realmente bisogno del vostro sostegno.

Se volete fare una libera donazione, vi preghiamo di visitare la sezione del sito dedicata alle Donazioni. Diventare un amico del festival vi darà la priorità per la scelta dei migliori posti per il Festival 2017 e saremo lieti di darvi il benvenuto nella famiglia del Trasimeno Music Festival!

Angela Hewitt

Direttore Artistico

Asta Online organizzata dagli Amici Canadesi del Trasimeno Music Festival (2014-05-09)

A partire dal 9 maggio: la terza asta online annuale degli Amici Canadesi del Trasimeno Music Festival! Undici articoli sono già presenti per ricevere le vostre offerte, altri verranno aggiunti in seguito. Vi piacerebbe una lezione privata di pianoforte con Angela Hewitt? Angela, per regola, non ne concede mai. Ecco la vostra occasione! Una per uno studente; una per un adulto; una  che si terrà, in particolare, a Londra il 20 ottobre 2014 (il giorno dopo Angela si esibirà alla Wigmore Hall). Inoltre, ci sono alcuni dei suoi abiti di scena. Tra le proposte, anche un recital privato con Dame Felicity Lott e Angela Hewitt il 18 giugno 2014.

Per fare un'offerta, vi invitiamo a visitare il sito: https://www.24fundraiser.com/site/store/242

 

Nuovo video del Trasimeno Music Festival su YouTube! (2014-01-19)

Abbiamo realizzato un NUOVO VIDEO durante il Trasimeno Music Festival 2013. Potete vederlo qui o sul nostro canale YouTube al seguente indirizzo: http://www.youtube.com/watch?v=7A3gjALE8VM


 

Trasimeno Music Festival 2013 (2013-07-09)

Come iniziare? La settimana in cui vi presento il mio Trasimeno Music Festival è sempre così intensa che ci vorrebbero migliaia di parole per descrivere tutto! Quest’anno, anche se i festival degli anni passati sono stati eccezionali, abbiamo avuto la nostra migliore edizione. La programmazione, la scelta degli artisti, i luoghi, le location per gli eventi e le cene di gala, la logistica… il tutto richiede un’incredibile attenzione, non avete idea! E poi, naturalmente, suono in prima persona un vasto repertorio durante la settimana – per lo più a memoria. Alcune persone si chiedono perché io mi esibisca in sei dei sette concerti. La risposta è semplice: se non potessi nemmeno suonare, semplicemente non metterei su il festival. Perché fare tutto questo lavoro (oltretutto gratis, a proposito, non guadagno un centesimo col festival!) se non avessi la gioia di poter suonare con meravigliosi musicisti che, se non lo sono già, diventano ottimi amici e colleghi? Il mio pubblico proviene da tutto il mondo e non potrebbe essere migliore, ne sono così orgogliosa, e molto raramente uso la parola "orgoglio". Grazie a tutti coloro che hanno reso possibile un tale successo! Dal concerto dei giovani musicisti (che dovremo inserire in programma stabilmente) fino alle note finali dell’Arte della Fuga di Bach, che ho eseguito per la prima volta tutta in una sola serata. In mezzo a tutto ciò, l'Orchestra della Toscana ha superato se stessa in due concerti, grazie al magnifico lavoro e all'energia del direttore finlandese Hannu Lintu. Il soprano Barbara Hannigan, la violinista Chloe Hanslip, il clarinettista Mark Simpson, il violoncellista Oliver Coates e il Quartetto Mandelring, tutti hanno dato il meglio di sé proponendo una vasta gamma di repertorio. Julian Barnes è stato un vero tocco di classe (come si usa dire --- non è proprio il mio modo di esprimermi, ma lo è stato davvero!), e penso che potrei addirittura averlo convinto a ripetere l’esperienza del nostro programma Parole & Musica in giro per il mondo. Spargete la voce per il prossimo anno! Ora devo pensare a un altro interessante programma per Luglio 2014, dal 5 all’11. 


Angela Hewitt - Direttore Artistico


Travel & Leisure Magazine May 2013 (2013-04-29)

Il “Trasimeno Music Festival” è stato segnalato dalla rivista specializzata “Travel & Leisure Magazine” come uno dei migliori festival musicali in Italia! Per leggere l'articolo, cliccate sul link qui sotto:


http://www.travelandleisure.com/articles/best-italian-musicfestivals]http://www.travelandleisure.com/articles/best-italian-music-festivals


Trasimeno Music Festival 2012 (2012-07-09)

Il Trasimeno Music Festival 2012 è stato un grande successo! E’ gratificante vedere come ogni anno l'entusiasmo e i numeri crescano. Abbiamo avuto artisti formidabili quest'anno: Anne Sofie von Otter (le cui liriche sono state pura magia!), Pekka Kuusisto (con il suo stile molto particolare nell’interpretare Bach al violino), la sinergia straordinaria tra l’Australian String Quartet e il Quartetto di Cremona (che hanno dato vita ad una memorabile esecuzione dell'Ottetto di Mendelssohn), il direttore Gerard Korsten con l'Orchestra della Toscana e la pianista Angela Hewitt (che con un magnifico insieme hanno eseguito due indimenticabili concerti nella Chiesa di San Domenico a Gubbio)… e molto altro ancora. Il nostro pubblico è veramente il migliore che si possa trovare. Tutti hanno sempre preso posto con diligente garbo ad ogni serata e hanno ascoltato, quasi in un irreale silenzio, ogni singola nota di ogni singolo brano. E’ incredibile - tanto più che la maggior parte delle esibizioni si sono tenute all'aperto, nel cortile del Castello di Magione. Solo il suono occasionale di un grillo, o di alcuni colombi che tubavano sulle travi del loggiato, ha fugacemente interrotto la magica atmosfera! Gli ospiti sono arrivati da tutto il mondo, dal Sud Africa all'Australia, dalla Finlandia al Giappone, da Atlanta alla Gran Bretagna a Tel Aviv. Le tre cene di gala che abbiamo organizzato si sono svolte in luoghi molto speciali quest'anno; l'ultima si è tenuta a Villa Schnabl sul Lago Trasimeno. Una vista mozzafiato dall’affaccio della terrazza dove è stato servito l'aperitivo. Un immenso lavoro organizzativo per noi, accompagnato sempre dalla costante preoccupazione di trovare il denaro necessario per offrire il meglio con i migliori risultati: grazie ancora a tutti quelli che hanno contribuito, agli Sponsor, al Comune di Magione e agli Enti istituzionali, ma soprattutto ai nostri donatori privati e Amici del Festival poiché senza di loro noi, semplicemente, non saremmo potuti andare avanti. Ma il Festival rende tutti molto felici, e solo per questo vale la pena riproporlo. Ci vediamo nel 2013 (29 giugno-5 luglio)!


Angela Hewitt - Direttore Artistico


Trasimeno Music Festival 2011 (2011-08-20)

E’ sempre un’incredibile sensazione arrivare alla fine di un'altra edizione del mio Trasimeno Music Festival dopo tutta la preparazione che richiede durante l'anno. Non solo l’allestimento musicale, che di per sé è un lavoro immenso- sei diversi programmi in sette giorni-, ma anche tutto quello che c’è dietro le quinte per l’amministrazione e l'organizzazione degli eventi. Ciò che mi rende più felice è sentire il livello di qualità artistica che raggiungono i musicisti, e quest'anno abbiamo avuto un fantastico gruppo: il flautista Andrea Oliva che con una tavolozza di colori e sfumature del suo flauto ha suonato Bach, il giovane Quartetto d’archi Carducci dall'Inghilterra che si è distinto in una vasta gamma di repertorio, tra cui due quintetti nei quali è stato affiancato dal violista Burkhard Sigl proveniente da Monaco di Baviera, la cantante Helena Juntunen che si è avvalsa del suo canto lirico per esibirsi nel Beethoven "Ah! perfido "e in un recital liederistico, l'Orchestra da Camera di Mantova che ha suonato Mozart, Beethoven e Schumann, guidata dal direttore d'orchestra che più ammiro, Hannu Lintu. Il concerto di chiusura del festival si è tenuto nella Basilica di San Pietro di Perugia (luogo preferito per l’acustica da Herbert von Karajan) e abbiamo coraggiosamente eseguito il programma integrale per pianoforte e orchestra di Schumann. Non dimenticherò mai questo. E 'stato uno dei concerti più esigenti, ma esaltante che io abbia mai dato. E poi vedere tutti i miei amici, vecchi e nuovi, provenienti da tutto il mondo riuniti in un unico luogo a condividere la stessa esperienza. Questa è un'altra cosa che mi dà grande felicità. Una novità di quest'anno è stata quella di un concerto realizzato da giovani artisti. Si è tenuto nella piazza di San Savino, un pittoresco borgo sul Lago Trasimeno. Gli artisti provenienti dall’Italia (Marta Marinelli all’arpa, Gianluca Campo al flauto) e dal Canada (Annie Yim, pianoforte; Kerson Leong, violino, e suo fratello Stanley, violoncello), hanno suonato in tutte le più diverse combinazioni un'ampia varietà di musica. All’uscita dalla piazza, tutto il pubblico intervenuto è stato trattenuto per una cena a buffet offerta dalla gente di San Savino, una bella sorpresa! Grazie a tutti coloro che hanno reso questa festa un successo clamoroso. Ci vediamo nel 2012!


Angela Hewitt - Direttore Artistico


Il video del Festival 2010 su YouTube: (2011-01-20)

Abbiamo realizzato un breve filmato durante il Trasimeno Music Festival 2010. Potete vederlo qui o su YouTube:


La prima Masterclass Internazionale di Angela Hewitt (2010-08-25)

Non ho mai pensato che mi sarebbe piaciuto così tanto. Normalmente, tengo solo una masterclass che dura tre ore, o in un giorno in cui ho uno spazio fra le prove d'orchestra, o il giorno prima di un grande recital. Questa è stata la prima volta che ne ho data una della durata di una settimana. La temevo un poco; in qualche modo mi chiedevo se avessi potuto sostenere l'interesse degli allievi, sperando che non diventasse un’assoluta noia. Non è stato questo il caso soprattutto grazie agli studenti stessi (tutte ragazze stranamente!). Abbiamo passato insieme, all’Auditorium Marianum di Perugia, una settimana meravigliosa (la masterclass è stata una promozione dell’Associazione Trasimeno Music Festival). Avevo chiesto alle giovani pianiste (dai 18 ai 30 anni) di preparare un programma piuttosto vasto (cosa che ha implicitamente richiesto un certo livello di preparazione e qualità), permettendoci così lavorare su una grande varietà di repertorio, da J.S. Bach a George Crumb. Il primo giorno e mezzo è stato utilizzato per i classici e i romantici, poi abbiamo avuto un pomeriggio dedicato a Bach, e le ragazze sono state così stimolate ed eccitate che abbiamo dovuto continuare l'indomani. Un altro giorno l’abbiamo dedicato a sette concerti (2 di Bach, 1 di Ravel e 4 di Mozart), mentre io suonavo sul secondo pianoforte (potete vederci in foto, nella galleria Masterclasses, dalla sinistra Annie Yim, Silvie Cheng, e Julia Hamos). Le allieve sono venute dal Canada, dagli Stati Uniti, dal Regno Unito, e dall’Italia (le altre erano Harriet Stubbs, e il Duo Dama di Terni vincitore della Borsa di Studio “Pasqualina Pat Adamo” generosamente offerta da uno degli amici canadesi del Trasimeno Music Festival d’inequivocabile origine italiana). Una sera, dopo un’intensa giornata di studio, ho accompagnato tutte loro ad Assisi e ovviamente a vedere il Lago Trasimeno. Al concerto finale, dove hanno davvero suonato molto meglio di quando sono arrivate, mi sono veramente emozionata ed ero quasi in lacrime vedendo la loro felicità ed i loro progressi. Ma prima che voi tutti siate presi dall'entusiasmo per assistere o partecipare alla prossima masterclass, lasciatemi dire che questa è stata una cosa abbastanza unica e credo che la prossima estate non avrò il tempo per ripetere quest'esperienza. Durante il mio mini-anno sabbatico è stato possibile, ma la prossima estate già si prefigura come particolarmente impegnativa, con programmazioni concertistiche che abbracceranno un vastissimo repertorio da preparare, sia vecchio che nuovo. Quindi non posso permettermi una settimana da dedicare alla masterclass, ma forse in futuro ci sarà un'altra occasione. Spero sia davvero così.


Angela Hewitt


Trasimeno Music Festival 2010 (2010-07-06)

Che gioia è stata! Il sesto Trasimeno Music Festival è stato davvero il migliore fra tutti quelli che abbiamo presentato e di sicuro non sarà facile ripetersi in futuro. Abbiamo avuto un pubblico fantastico, sia in termini di qualità sia di presenze. Il loro silenzio e la loro attenta partecipazione sono stati davvero notevoli, hanno commentato i musicisti. Il pubblico è veramente venuto con l’intenzione di tendere l’orecchio ad ogni concerto quasi non volesse perdere nemmeno una nota o una sola battuta. Abbiamo avuto presenze da tutto il mondo: Canada, Stati Uniti (tra cui un gruppo di Spivey Hall di Atlanta), Australia, Regno Unito, Giappone, Ungheria, Germania, Danimarca, Francia, Svizzera, Hong Kong, e con grande soddisfazione e piacere un nutrito numero di italiani. I miei colleghi artisti sono stati tutti fantastici. Mi hanno dato tantissima soddisfazione e felicità, non solo per aver fatto musica con loro, ma anche per averli potuti ascoltare dalla platea in mezzo al pubblico. Il violoncellista Pieter Wispelwey (con me nella foto) si è esibito in quattro dei sette concerti, suonando Bach, Schubert, Haydn e Chopin (la sua Sonata di Chopin è stata per me una cosa di rara bellezza, che mi ha ricompensato di tutte le lunghe ore di studio e lavoro). Il Quartetto di Cremona, il solo quartetto d'archi che si stia imponendo al di fuori dei confini italiani, si è superato nei suoi due concerti, con una brillante esecuzione de "La Morte e la Fanciulla" di Schubert. Il soprano Ilona Domnich ci ha regalato, nella serata finale, un'interpretazione affascinante di alcuni brani di Chopin (non è mai piovuto quest’anno, quindi siamo stati in grado di godere completamente della magia della corte del Castello dei Cavalieri di Malta per tutti i concerti da camera). Il Direttore Hannu Lintu ha galvanizzato l'Orchestra da Camera di Mantova in una straordinaria performance della Seconda Sinfonia di Beethoven, che io e gli ascoltatori ricorderemo a lungo; una combinazione di energia incredibile e passione con una bella ed elegante esecuzione del Larghetto. Se l’esibizione del Quarto Concerto per pianoforte di Beethoven è stata la dimostrazione di quanto sia facile combinare la nostra personalità musicale, i molti concerti che terremo insieme nei prossimi anni saranno per me sicuramente eventi da ricordare. A Gubbio, nei due Concerti di Mozart, ho diretto l'orchestra guidata dall'instancabile Carlo Fabiano, cosa non facile da fare soprattutto per la presenza di un "vero e proprio Direttore” seduto tra il pubblico; Hannu Lintu. L’Orchestra da Camera di Mantova è formata da eccellenti musicisti provenienti da tutta Italia (tra cui il primo oboista della Scala). Il nostro ospite letterario è stato Vikram Seth, intervistato (come fu già Ian McEwan lo scorso anno) dal giornalista radiotelevisivo canadese Eric Friesen. Mi dispiace che non abbia avuto tempo a casa per accompagnarlo in alcuni brani di Schubert, come mi aveva chiesto. Ogni minuto del mio tempo è stato sfruttato, ho dormito pochissimo per tutta la settimana, poi le prove, concerti, meeting con i fans, l’allestimento della cucina per i musicisti (11 per il pranzo, 6 per la cena)... c'è stato appena un attimo per respirare. Ma la parte più importante di questo festival è stata quella di aver passato un po’ di tempo con i miei colleghi musicisti e di aver potuto incontrare il mio pubblico. Devo ringraziare tutto il mio staff e gli assistenti personali, che anche quest’anno si sono superati. Siamo davvero in pochi, ma ognuno è necessario e senza l’apporto di tutti nulla sarebbe stato possibile. Non ho ancora trovato il tempo per pensare al programma per il prossimo anno. Prima dobbiamo vedere i risultati di quest'anno. Ma teniamo le dita incrociate con la speranza che si possa andare avanti e avere un'altra settimana di musica eccezionale in questo luogo straordinario collocato in una delle parti più belle d'Italia. Un enorme grazie a tutti quelli che con la loro generosità ci hanno supportato e sono divenuti “Amici del Trasimeno Music Festival”. Il vostro aiuto è stato vitale.


Angela Hewitt - Direttore Artistico


Il video del Festival su YouTube: (2009-08-18)

Durante il Trasimeno Music Festival 2009, abbiamo realizzato un breve filmato. Potete vederlo qui o su YouTube: 


<< prima < precedente

pagine 1 di 1

prossima > ultima >>